I CINQUE REGALI VINTAGE PER IL TUO NATALE

Mettere sotto l’albero di Natale regali sfiziosi con un occhio alla spesa è possibile, e qualche idea proveniente dal passato può tornare utile per sorprendere amici e parenti. Il vintage è una soluzione che può essere poco dispendiosa e sempre gradita: occorre solo trovare l’occasione giusta, magari in un mercatino dell’usato. Ecco cinque idee per un regalo vintage a Natale.

Valda, la famosa azienda che produce pastiglie balsamiche dall’inizio del Novecento, ha messo in vendita un superpack speciale da un chilogrammo. Non è raro ricordare l’intenso profumo aromatico di queste pastiglie gommose verdi, che spesso venivano offerte dalle nonne durante la nostra infanzia. Le caratteristiche scatole di metallo erano poi riutilizzate per conservare spilli e bottoni. Una forma di riciclo creativo che ha affascinato più di una generazione.

I vinili sono oggetti di culto che nell’era di Spotify e della musica in streaming esercitano ancora il loro fascino. Dal 33 giri dei Velvet Underground and Nico ai dischi dei Pink Floyd, il destinatario apprezzerà questo regalo vintage anche se non possiede un giradischi. Le copertine degli album rappresentano infatti un arredo in grado di dare colore e stile alla propria casa: incorniciare un disco equivale a trasformarlo in un’opera d’arte visiva.

Pastiglie Valda Vintage Pack

Un’altra idea vintage da regalare a Natale è la locandina delle pubblicità di inizio-metà Novecento. Campari e Martini, con le loro ammiccanti pubblicità, hanno fatto scuola e sono entrati nell’immaginario collettivo. Se invece si vuole stupire con un inaspettato ritorno al passato si possono acquistare le locandine in stile Anni Trenta dedicate a Twitter e Facebook. Non saranno vintage in senso stretto ma sicuramente strapperanno una risata al momento dell’apertura del regalo.

Cosa c’è di più vintage di una vecchia radiolina con antenna? Il suono disturbato, che va e viene, è un altro indimenticabile ricordo d’infanzia. I gol gracchianti di Sandro Ciotti su Tutto il Calcio Minuto per Minuto, quando tutte le partite iniziavano alle 14:30, sono entrati nella memoria collettiva di ogni appassionato di calcio nato non oltre gli Anni Ottanta. E un nostalgico del pallone alla radio lo si trova sempre.

Qualche euro in più a disposizione? Una bella macchina fotografica d’epoca oppure una Polaroid. Il vintage fotografico ha tutto un altro colore: Instagram non avrà mai il filtro del tempo.

 

 

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Close
Supporta Occhio sul Web
Seguici sul tuo social newtork preferito e buona navigazione ;)