LE 7 CASE PIÙ ASSURDE DEL MONDO

Ce ne sono di posti assurdi dove si può vivere, ma queste 7 case li battono tutti

177131_v1
Se vi è capitato di andare a vedere qualche casa per comprarla, la prima cosa che avrete notato è stata come tutte ormai siano incredibilmente simili e/o noiose; soprattutto se vi siete addentrati in un complesso residenziale ricco di nuove costruzioni spesso identiche, dal disegno ai materiali.
Perché non possiamo vivere, diciamo, in una grande casa a forma di tette di una donna? O una casa che è, come, un grande trasformatore o qualcosa del genere? Ebbene, questi luoghi esistono, come stiamo per mostrarvi. Certo, sono rari, e non si potrebbe desiderare veramente di viverci dentro, ma non sarebbe male organizzarci qualche festa ogni tanto.

#7. La casa “Transformer” in Inghilterra

Ross Russell, del villaggio inglese di Thorpeness, non era sicuro se voleva una grande casa di vetro ricca di luce naturale, o un luogo più tradizionale dove poteva più comodamente andare in giro nudo. Beh, come si dice, “vuoi proprio la botte piena e la moglie ubriaca”, e infatti..

Con la semplice pressione di un pulsante, la casa di Russell può cambiare pelle. solo che un possente maniero mutante ha il suo prezzo. Solo tutte le finestre gli sono costate circa 200.000€, per non parlare della “coperta” scorrevole e di quanto gli costa tenere tutti i vetri puliti.

#6. La casa nel seno in Messico


Beh, gente, questo è un intero edificio con una pantagruelica e procace donna che emerge languidamente da esso.


Vi chiedete come ha fatto un tale edificio ad essere stato concepito? Molti anni fa, nella cittadina balneare di Puerto Nuevo, lo scultore Armando Munoz Garcia stava cercando di esprimere il suo amore per la forma femminile e la sessualità umana. Per Garcia, questo luogo raffigurava una specie di sirena gigante che spuntava da terra, con un bagno nel suo sedere, un soggiorno nello stomaco e una camera da letto scavata dietro le sue enormi tette di gesso.


Egli ha quindi ribattezzato questo luogo “La Sirena” ed ora è adibito a ristorante. Per inciso, questo non è il primo massiccio nudo Garcia ha vissuto dentro Prima di “La Sirena”, ha vissuto in “La Mona,” una donna nuda di cinque piani a Tijuana. Questo progetto è nato come una scultura nel 1991. Rendendosi conto di aver lasciato uno spazio vuoto all’interno della sua gigantessa compleanno adatto, Garcia si trasferì dentro. Intendiamoci, lui non ha costruito “La Mona” in un giardino di sculture, ma nel bel mezzo di un quartiere residenziale. Se solo il resto dei regolamenti urbanistici del mondo fosse così esilarante…

#5. La casa di Varsavia larga 1 metro e mezzo


Un giorno, l’architetto polacco Jakub Szczesny stava passeggiando attraverso Varsavia, quando notò la presenza di uno stretto vicolo tra due edifici appartenenti ad epoche diverse.  Szczesny rimase affascinato da questo contrasto tra le due strutture e decise di sfruttare al meglio lo spazio ridottissimo in mezzo a queste.


E così, mentre prima della ristrutturazione dell’architetto quel corridoio andava bene sì e no per accogliere spazzatura e calcinacci, in seguito è divenuta un’opera d’arte, un esempio unico di economia degli spazi da far rabbrividire i monolocali progettati da Ikea.


 


In ogni caso Keret non vive lì a tempo pieno. In compenso quando è fuori città, molti artisti in visita si prenotano per alloggiare in questo incredibile appartamento. Quelli magri, ben inteso.

#4. La casa costruita con un miliardo di Euro


Durante il boom immobiliare che ha travolto l’america nel 2.000, l’artista Frank Buckley aveva acquistato una casa sottocosto per la sua famiglia. In seguito però, quando la crisi si fece sentire ed il suo matrimonio andò contestualmente in fumo, si ritrovò senza risparmi e quindi costretto a trasferirsi in un capannone dietro casa sua.

Negli anni successivi Buckley rimuginò sulla sua storia e trovò incredibile come dei semplici pezzi di carta gli avessero potuto creare così tanti problemi. Tale riflessione gli servì da ispirazione e, proprio per esorcizzare i suoi fantasmi, decise di costruire un’intera casa nella quale, ogni mattone, fosse fatto da 50.000€ triturati.



Oggi la casa è ufficialmente un’installazione artistica, ciò nonostante Frank continua a viverci per cinque giorni a settimana.


#3. La casa rotante in Australia


Questa abitazione va vista in movimento per essere apprezzata.

Un giorno, Luke and Debbie Everingham erano andati a trovare due amici che si erano appena trasferiti in una nuova e splendida casa. I due però, per quanto apprezzassero la loro nuova dimora, lamentavano la sue scarsa esposizione alla luce solare durante il pomeriggio e l’impossibilità di apprezzare dal salotto la bellezza di tutto il panorama. I coniugi Everingham si ispirarono a tali “problemi” ed ecco cosa venne fuori:

Costruirono una casa che gira in tondo come una grande giostra.

Il piano principale della casa è ottagonale e ospita le camere da letto e i bagni nel cerchio esterno, con la cucina verso il centro. Sopra, al secondo piano, c’è poi una piattaforma di osservazione. I binari sono più lunghi di 60 metri lineari e vengono sfruttati da  32 ruote. Un giro completo dell’appartamento si può completare in mezz’ora. Il motore non è più grande di una lavatrice.



Il prezzo si stima intorno agli 800.000$.

 

#2. Case di polistirolo in Giappone


Non possiamo non ammirare la Moxie della International Dome House Co. per la progettazione di case di polistirolo, un materiale che è generalmente riservato ai dispositivi di raffreddamento della birra a buon mercato e a noiose lezioni sulla sostenibilità.

I bravi ragazzi di IDHC non hanno fatto un lavoro grossolano però. Le spesse mura delle loro case “meringhe” sono resistenti al fuoco e isolano per bene. Per finire, questi igloo ultra-moderni sono costruiti anche a prova di tifoni, terremoti, ruggine, e termiti.



Ciascuna delle unità è abbastanza grande, con circa 475 metri quadrati di superficie. E’ possibile inoltre collegare queste case insieme,  e far finta, con i propri vicini, di vivere in un villaggio dei Puffi. Basta controllare la città di di Kumamoto Aso Farm Village, che sfoggia 480 di questi  strani domicili.



Considerando la scarsissima biodegradabilità del polistirolo, siamo piuttosto sicuri che l’unica cosa che gli alieni troveranno sulla Terra tra un milione di anni saranno le piramidi e queste case giapponesi.

 

#1. La caverna delle meraviglie


Nel 2004, Curt Sleeper ha acquistato su Ebay la Caveland a Festus, nel Missouri, un ex sito minerario trasformato in sala concerti.


Dopo quattro anni (e numerose notti passate in tenda), la trogloditica casa dei sogni fu finalmente completata.  Le pareti interne sono rimaste di arenaria più o meno naturale. Quindi, in barba alle superstizioni, i proprietari si sono dovuti adoperare per ripararsi dalla sabbia proveniente dal “soffitto”.



Al di là della suggestione, la casa offre solo scomodità, tra le quali quella che ci ha colpito di più, è l’utilizzo obbligatorio di tre enormi deumidificatori, che producono circa 300 litri di acqua al giorno.

Close
Supporta Occhio sul Web
Seguici sul tuo social newtork preferito e buona navigazione ;)