DOWNLOAD DI ARMI 3D, VERE, NON PER I VIDEOGIOCHI

Su internet si scaricano via torrent documenti di ogni tipo, ma da oggi è possibile scaricare anche dei progetti di armi da fuoco da stampare in 3D

0

NON SI TRATTA DI GIOCATTOLI PERO’, ma di armi vere. “Costruirsi in casa un fucile mitragliatore semiautomatico AR15, come quello che è stato usato nel massacro della scuola del Connecticut è possibile, basta scaricare i progetti per la costruzione da internet e usare una stampante tridimensionale, che oggi può costare anche solo 300 dollari.” E’ quanto dichiarato da Cody Wilson, studente dell’Università del Texas, stato Usa notoriamente tutt’altro che contrario alle armi, che ha fondato il progetto “Wiki Weapons” per la “Difesa diffusa”. Wilson si dice addolorato per la strage avvenuta nella scuola elementare nei giorni scorsi: “è stata chiaramente una tragedia. Ma, altrettanto chiaramente, per poterci permettere di mantenere la protezione personale concessa dal secondo emendamento della Costituzione Usa, dobbiamo capire che cose come queste possono succedere”. Siti specializzati come Thingiverse iniziano a rimuovere dal loro archivio di progetti 3D quelli per mitra e fucili. Anche se questi continuano a girare nell’internet “parallela” tramite torrent e programmi pear to pear. E la legislazione in questo senso è assolutamente vacante. Nell’America delle contraddizioni, intanto, i videogiocatori di “sparatutto” in 3D hanno dichiarato un “cessate il fuoco” spontaneo, per rispetto delle vittime delle ultime stragi.
C_2_articolo_1073855_imagepp
Armi legali e invisibili. La prima pistola realizzata con un una stampante 3D si chiama Liberator, anche se non è chiaro da quale male dovrebbe poi liberarci una pistola. In ogni caso i modelli per la stampa, realizzati in CAD, sono stati resi subito disponibili dal fondatore e supporto del progetto, la Defense Distributed appunto, che ha dato la possibilità, potenzialmente a chiunque, di realizzarsi in casa il proprio giocattolo domestico che spara davvero. Sul sito del gruppo c’è già anche un altro modello, calibro 22 come quello usato nella strage del cinema in Colorado, che avrebbe sparato più di 200 colpi senza rompersi e, precisiamo, completamente invisibile ai metal detector.

Il-Pentagono-contro-le-armi-fatte-in-casa_h_partb

Stampa in 3D. 
Con l’arrivo delle stampanti tridimensionali su Internet si potrebbe aprire una nuova era, o meglio un nuovo incubo, non solo per le proprietà intellettuali come canzoni e video, ma anche per oggetti e apparecchi riproducibili in plastica.

Le contromisure. Non è chiaro cosa ci aspetterà in futuro. Secondo il Dipartmento della Difesa, gli schemi, accessibili ovunque nel mondo, violerebbero alcune leggi sull’esportazione di armi e la prima mossa è stata quella di far rimuovere tali progetti dal sito della Defense Distributed.

Close
Supporta Occhio sul Web
Seguici sul tuo social newtork preferito e buona navigazione ;)