SIGARETTA ELETTRONICA: SALTA LA TASSA E ARRIVA LA CAPSULA DI MARIJUANA

Avevamo paventato la tassazione della sigaretta elettronica in seguito al percepibile cale del gettito del tabacco. Sembra che la tassa sia saltata. Nel frattempo appare negli usa una capsula alla ganja.

images

I relatori al decreto sul pagamento dei debiti Pa della Camera, Marco Causi del Pd e Maurizio Bernardo del Pdl, avevano proposto di aumentare le accise su birra, prodotti alcolici intermedi e alcol etilico. L’emendamento (il 1.178) è  però stato bocciato nel corso della discussione in commissione Bilancio di Montecitorio questa mattina. I relatori avevano previsto questo aumento delle accise “al fine di assicurare un maggior gettito complessivo pari a 58 milioni di euro nel 2013 e 96 milioni per l’anno 2014″.

Un “aspiro” si sollievo quindi per chi sta sostituendo la sigaretta elettronica con la classica combustione del tabacco. A proposito di sostituire, negli Stati Uniti si cominciano a vedere le capsule al gusto marijuana, e non solo il gusto…

La Rapid Fire Marketing, specializzata nella produzione di inalatori a vapore, vuole approfittare del via libera di molti Stati all’uso legale dell’erba. E ha già lanciato in California, dove ha sede, i primi esemplari di “spinelli elettronici” che vaporizzano essenza liquida di marijuana (thc), sia a fini medici sia ricreativi. «Quest’anno – ha spiegato la portavoce dell’azienda – cominceranno le spedizioni verso l’estero, a patto ovviamente che i destinatari risiedano in Paesi dove la legge ci consente di arrivare». Nel mirino dell’elettro-spinello ci sono per ora Olanda, Spagna, Portogallo, Svizzera, Australia, Bangladesh e Argentina. Per la marijuana, spiegano gli esperti, valgono gli stessi parametri del tabacco: la “canna” elettronica fornisce solo l’essenza, evitando tutti i sottoprodotti della combustione e conseguenti danni alla salute.

Close
Supporta Occhio sul Web
Seguici sul tuo social newtork preferito e buona navigazione ;)