GATTO TRAFFICANTE: IL FELINO CONTRABBANDAVA IN UNA PRIGIONE

Le guardie carcerarie nella Russia del nord hanno “arrestato” un gatto che veniva usato per portare oggetti vietati nella struttura penitenziaria.

gatto ladro

Si pensa sempre ai gatti come animali schivi e impossibili da ammaestrare e  invece il gatto incriminato trafficava oggetti per i suoi padroni, dei criminali di un penitenziario.

Come si vede dalla foto, attaccati alla schiena dell’animale con l’adesivo due pacchetti contenenti due telefoni cellulari e caricabatterie. Questo è il primo caso nel carcere della Repubblica di Komi, ma in Russia spesso i gatti sono utilizzati dai detenuti per fornire farmaci o droga.

(Fonte AP/Lapresse)

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Close
Supporta Occhio sul Web
Seguici sul tuo social newtork preferito e buona navigazione ;)