LA EX DI MASSIMO DI CATALDO ALLA LUCARELLI: “HO FATTO UN QUADRO CON IL FETO ABORTITO”

Foto shock su Facebook, gravi accuse di Anna Laura e le repliche di Massimo di Caltaldo nelle quali nega ogni accusa partita dalla sua ex. Un storia complicata da decifrare in cui l’opinione degli Italiani appare profondamente divisa tra i sostenitori del cantante e quelli che invece credono alle accuse di Anna.

di cataldo e anna laura

Ho letto i giornali stamattina e sono scioccato per come questa assurda notizia sia stata pilotata contro di me, con tanta leggerezza. Alcune persone già mi condannano pur senza un contraddittorio, altre mi stanno sostenendo e le ringrazio con tutto il cuore, non vi state sbagliando! Chi mi conosce veramente, e sa come stanno davvero i fatti mi sta dimostrando grande affetto. E assurdo. Io non ho fatto nulla di ciò per cui vengo accusato, credetemi. Ho amato questa donna per tanti anni, al punto anche di annullarmi per lei, e oggi non la riconosco più, visto che, con tanta sconsideratezza, ha messo in scena questa farsa. Un’esperta in comunicazione come lei come non poteva prevedere tutto questo? La nostra storia era arrivata a un punto limite, nonostante il bene che le volessi, ed era ormai insostenibile per me (per questioni di cui preferisco non parlare in questo momento e in questa sede per l’affetto che ho nei suoi confronti). Mi trovo nella posizione di non volermi difendere usando gli stessi mezzi che lei ha usato per umiliarmi pubblicamente poiché credo ancora nell’amore e nella giustizia, e lealmente vorrei difendere (lo devo a mia/nostra figlia) la dignità di una persona che per la sua ambizione e per le sue aspirazioni egoistiche ha inscenato tutto questo. Sono io ad essere stato colpito duramente e i segni che porto non si possono certo evidenziare ad arte in una fotografia. Invito tutti voi a riflettere su quanto sta accadendo, perchè una storia come questa dovrebbe far considerare quanto meno l’utilizzo spregiudicato dei “social network”. Sto già prendendo provvedimenti legali per la grave accusa che ho subito. Ora il mio lavoro, seppur compromesso da questa imbarazzante vicenda, viene dopo, prima c’è la mia dignità di uomo. La verità verrà a galla. Io non temo poichè non ho niente da nascondere

Dall’altra parte, Anna Laura, cerca invece di ottenere giustizia rilasciando un’intervista a Selvaggia Lucarelli su Libero Quotidiano

Questa cosa è assurda. Una persona si sfoga dopo anni di soprusi magari in un modo poco prudente e senza valutare le conseguenze, e finisce pure per doversi difendere dalle accuse di essere bugiarda. Massimo mi ha sempre picchiata, mi ha picchiata anche quando ero incinta della nostra bimba, e solo perché io la volevo chiamare Anna Lou e lui diceva che non l’avrebbe mai chiamata come la figlia di Morgan. Picchiava sempre e solo per motivi futili. Ha scatti di rabbia continui che si sono ben visti anche quando partecipò a “Music farm” e una notte distrusse mezza casa per sfogare l’ira

Quando la Lucarelli le chiede dei referti medici necessari per avvalorare la sua versione  lei le risponde:

Io sono andata dal ginecologo e ho un referto che parla chiaro dell’aborto avvenuto alla quinta settimana. Sono andata dal dentista per un’operazione e non mi ha potuta toccare per quanto la mia bocca era gonfia a causa delle botte. E infine, lo so che può suonare folle per chi non fa il mio lavoro, ma quando ho abortito ho preso tutto quello che il mio corpo stava espellendo e l’ho messo su un quadro che si chiama “Le cose che ho perso”. L’ho fatto per non dimenticare e lo guarderò ogni volta che mi verrà la tentazione di perdonare. Se non mi crederanno, troveranno tutto nel mio quadro che ora è nascosto nell’armadio.

All’interno di un contesto così complicato, in cui ancora non è chiaro chi sia la vittima e chi il carnefice, il tram tram mediatico a cui stiamo assistendo rischia di creare un substrato pericoloso per i protagonisti di questa storia. A tal proposito Anna Laura, spaventata da quello che potrebbe accadere, confessa alla giornalista:

Se la pressione su di me non si allenta io vado via dall’Italia. Non ce la faccio a sopportare tutto questo, i dubbi della gente, i sospetti. Massimo potrà sempre vedere la bambina, ma io vado all’estero.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Close
Supporta Occhio sul Web
Seguici sul tuo social newtork preferito e buona navigazione ;)