IL PENE PRENDE VITA E DIVENTA ARTE

Si dice sempre che gli uomini ragionino più con l’uccello che col cervello, ma cosa accadrebbe se un pene decidesse di prendere vita e di separarsi dal suo legittimo proprietario?

Questa l’idea paradossale sulla quale si basa “Mobù satiro metropolitano”, dal quale abbiamo preso le immagini più suggestive per creare una gallery fantasiosa e divertente, che però ci fa anche riflettere sul ruolo che il corpo gioca in questa nostra epoca piena di contraddizioni.

L'asse della terra

L'asse della terra

Chez pornos

Chez pornos

Diogene

Diogene

Pene in pigiama

Pene in pigiama

Torre di pene

Torre di pene

Torre di pene

Torre di pene

 

Per la gallery completa seguire il LINK

penebù rosso

Clicca per accedere a tutti i contenuti

L’autore di Mobù, Roberto Spagnuolo, con quella che solo superficialmente può apparire volgarità, spiega così quelli che chiama appunto “I motivi del cazzo”.

Assistiamo in questi tempi ad una tendenza fortissima verso l’edonismo (ricerca immediata del benessere) che si contrappone al pauperismo (la povertà vista come valore) quasi che, pur amando il primo, ritenendolo una colpa, ci si volesse assolvere praticando il secondo.

Al centro di tutto ciò troviamo il Corpo che è un mezzo per inseguire entrambe le tendenze, troppo spesso inteso come strumento e non come entità da considerare con il giusto rispetto, in quanto fatto organico meraviglioso.

Poiché la sessualità nel corpo è una fonte gratuita di piacere e pertanto resa una colpa ed un elemento da reprimere, proprio ironicamente (alla Rebelais per chi volesse dare un’occhiata al meraviglioso e divertentissimo Gargantua e Pantagruele) si è deciso di dare al corpo, soprattutto tramite i sui vessilli genitali, il ruolo centrale di protagonista.

Per chi volesse saperne di più, sul sito www.umbu.it sono presenti tutte le opere e le pubblicazioni dell’autore.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Close
Supporta Occhio sul Web
Seguici sul tuo social newtork preferito e buona navigazione ;)